+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

Teresianum 75 (1/2024)

Anno di stampa: 2024
Tipo di copertina: plastificata lucida
Numero pagine: 304
Autore: AA.VV.
ISBN: 979-12-5452-053-6

Editoriale

Articoli
«J’aime la petite soeur Thérèse, comme tout le monde»
Lucie Delarue-Mardrus e Teresa di Gesù Bambino
Emilio J. Martínez González, ocd

Lucie Delarue-Mardrus dedicò a Teresa due studi, cercando di liberare la sua figura di santità dagli elementi devozionali più diffusi, da lei giudicati troppo superficiali e non affatto fedeli al suo messaggio. L’autore ci fa osservare come quasi dall’inizio la sua consueta interpretazione nei circoli ecclesiali fu accompagnata da letture critiche e propense a rivendicare la figura di santa Teresa di Lisieux come sorella di chi si trova fuori dai confini visibili della Chiesa e si sente lontano dai modi usuali di condurre la vita spirituale.

Thérèse di Lisieux: santa di chi?
Grazia Petti

Analizzando alcune affermazioni di Cristina Campo, Clarice Lispector, Flannery O’Connor e Silvia Plath, l’autrice dimostra come la Santa suscitò interesse negli ambiti di letteratura, al di là delle specifiche affiliazioni confessionali. Allo stesso tempo si interroga sugli aspetti e sugli scritti di Teresa di Lisieux, che in questi diversi ambiti emergono come particolarmente rilevanti.

Due sante della porta accanto:
Teresa e Sandra
Una discesa spirituale in cinque immagini
Chiara Vitale

Teresa di Lisieux e Sandra Sabattini, pur in epoche e in contesti diversi, raccontano i propri itinerari spirituali servendosi di motivi simili. In tale maniera, sia la monaca carmelitana, sia la fidanzata universitaria, beatificata nel 2021, esemplificano il modello di vita cristiana chiamato da papa Francesco «santità della porta accanto».

Santità ed esperienza del limite:
un dialogo con Teresa di Lisieux
Antonella Piccirilli

L’autrice avvicina l’esperienza del limite fatta da Teresa di Lisieux. Il limite, sperimentato come piccolezza, debolezza e vulnerabilità, non diventa ostacolo sulla via della santità, ma apre lo spazio in cui la santità viene realizzata, ovvero lo spazio del progresso umano verso la comunione con Dio.

Determinarsi per Cristo: cogliere la vita come occasione.
Alla scuola di S. Teresa di Lisieux
Nicoletta Braus, S.T.

Teresa di Lisieux trova il centro della sua storia personale nella sua relazione con Cristo. Ciò influenza la sua percezione di sé, il suo stare nel mondo e le sue relazioni affettive, rendendole autentiche e mature. Tale riflessione offre tanti spunti rilevanti per la pastorale e per l’accompagnamento spirituale.

“The night of nothingness“.
New dimensions of the experience of the Dark Night
in the autobiography of Thérèse of Lisieux
Michael Plattig, ocarm

L’autore ripropone il tema della «notte oscura» vissuta da Teresa di Lisieux. Allo stesso tempo emergono le particolarità di quest’esperienza vissuta dalla Santa nel contesto dell’ateismo moderno; perciò, essa diventa un interlocutore di grande attualità per chi oggi attraversa una crisi spirituale.

L’immaginazione creativa come strada per la spiritualità moderna: il ruolo pioneristico di S. Teresa di Lisieux
Bernard Łukasz Sawicki, osb

L’autore mette in luce e analizza tanti passi degli Scritti autobiografici della Santa che testimoniano l’uso della sua fantasia creativa nel trattare le realtà spirituali. In tal modo Teresa svolge un ruolo pionieristico e originale – sostiene Sawicki – offrendo spunti per il dialogo tra la spiritualità moderna e l’arte.

Grazia stupefacente. L’attualità pastorale della santità
di Teresa di Lisieux alla luce della Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione
Paolo Pizzuti

Se da un lato Teresa sembra anticipare le affermazioni della Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione molto rilevante per il dialogo ecumenico, dall’altro la sua dottrina spirituale si rivela particolarmente attuale dal punto di vista di una pastorale attenta ai contesti odierni.

Hyacinthe Loyson.
Raisons et conséquences d’une opposition personnelle
à Vatican I (septembre 1869 - octobre 1870) (I)
Stéphane-Marie Morgain, ocd

L’autore dedica il suo meticoloso studio a Hyacinthe Loyson e alle ragioni della sua opposizione al Concilio Vaticano I, che lo portarono conseguentemente fuori della Chiesa cattolica. Anche se la sua ricerca non riguarda direttamente santa Teresa, essa comunque getta una luce importante sul contesto ecclesiale e sociale in cui la sua santità si formò.

Recensioni