+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

La donna rivelatrice di Maria nella comunità e nel mondo

Rivista di Vita Spirituale 65 (2011/4-5:525-538)
Autore: Lucia Abignente

Articoli

L’articolo contiene alcuni “spunti di riflessione alla luce della testimonianza di comunione di Giovanni Paolo II e Chiara Lubich”. Si tratta di un testo preparato in occasione del Convegno “La donna nel Magistero di Giovanni Paolo II” tenutosi a Grottaferrata il 2 aprile 2011, organizzato dall’Associazione Nuovi Castelli Romani. Nel preparare il programma di questo convegno dedicato alla donna nel magistero di Giovanni Paolo II gli organizzatori hanno ritenuto opportuna una riflessione sul pensiero e la testimonianza di Chiara Lubich. A motivare questa scelta non è solo la coincidenza del tempo in cui sono vissuti – Giovanni Paolo II e Chiara erano coetanei – ma soprattutto la vicinanza spirituale tra due persone carismatiche del nostro tempo. Prima ancora di parlare della donna rivelatrice di Maria nella comunità ecclesiale e nel mondo, però, si dovrebbe parlare di Maria come rivelatrice della donna, colei in cui la Chiesa vede «la massima espressione del “genio femminile”». Inoltre, la stessa testimonianza di comunione di Giovanni Paolo II e Chiara Lubich andrebbe approfondita – e si potrebbe farlo – con fatti, testi che mettono in luce come la vicinanza spirituale tra loro si sia espressa in una profonda consonanza di prospettive, di sensibilità, di annuncio.