+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

La coppia Acab e Gezabele.
Lettura psico-antropologica di una relazione pericolosa (parte prima)

Rivista di Vita Spirituale 77 (2/2023)
Autore: Guilhen Antier

Le relazioni tra i personaggi biblici di Acab e Gezabele nel libro dei Re offrono uno specchio per decifrare le traiettorie mortifere del desiderio che sono all’opera nella coppia. Quando il desiderio, slegato dalla legge e dal dono originale al quale rinvia, si aliena alla ricerca di un oggetto colmante destinato a confermare l’identità immaginaria del soggetto, quest’ultimo cade su una via di distruzione nella quale s’inabissa trascinando con sé altri. Il racconto biblico è approcciato in una prospettiva psico-antropologica attenta alla dimensione dell’inconscio e messo in prospettiva mediante le sue ricezioni letterarie in Shakespeare, Racine e Melville. La morte appare come la conseguenza di un «volere sempre più vita», il male sorge dalla bramosia illimitata di un bene.

Da «Nouvelle Revue Théologique» 144 (2022), pp. 3-23. Guilhen Antier è Maître de conférences (professore associato) all’Istituto protestante di Montpellier, Francia. La traduzione italiana è a cura di Giacomo Gubert, ocd.