+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

L'uomo nella riflessione di don Primo Mazzolari

Rivista di Vita Spirituale 65 (2011/4-5:477-524)
Autore: Giovanni Palmitessa

Articoli

Il percorso che in questo studio su don Primo Mazzolari intendiamo delineare si sviluppa intorno ad un grande orizzonte: l’uomo. Riteniamo tuttavia che l’investigazione sugli scritti mazzolariani non solo è necessaria per la giustificazione dello stato attuale degli studi su Mazzolari, ma anche per focalizzare il progresso del suo pensiero che tornando al passato, progredisce verso il futuro. L’intento di questa ricerca, dunque, non è quello di soffermarsi sulla storicità della figura di Mazzolari – troviamo infatti tanta letteratura ed analisi – ma di offrire linee essenziali per delineare un umanesimo cristiano e, inoltre, di far emergere dai suoi scritti un essere vivente che racchiude punti nevralgici del suo pensiero: l’uomo. Questo studio, dunque, si propone di ripensare le idee e le riflessioni di Mazzolari circa l’uomo allo scopo di mostrare la novità, la profezia e l’attualità per l’oggi. È nostro desiderio, quindi, far parlare più possibile, con i suoi scritti, il nostro autore, e cercheremo di puntualizzare temi di straordinario interesse per la realtà odierna. Trattandosi di un lavoro di ricostruzione, piuttosto che di un’opera di interpretazione dell’umanesimo cristiano mazzolariano, si è cercato di dare la parola all’Autore senza giustapporre i suoi scritti secondo uno schema prestabilito, alla maniera di un collage, ma inserendoli armonicamente in un quadro ben definito, allo stesso modo in cui si mettono insieme le tessere di un mosaico. Difatti, contrariamente a quanto possa sembrare a prima vista, questa pur breve ricerca sull’umanesimo cristiano mazzolariano non è il risultato di un lavoro compilativo, ma è il frutto di uno sforzo di composizione, condotto senza criteri estrinseci di giudizio, bensì con assoluta fedeltà alla lettura e allo spirito dell’umanesimo cristiano proposto da don Primo Mazzolari ai suoi lettori.