+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

Caritas passionis. Uno studio sulla spiritualità di san Paolo della Croce (prima parte)

Autore: Maurizio Buioni, cp
Rivista di Vita Spirituale 71 (2017/4)

Paolo Francesco Danei, che da religioso volle chiamarsi Paolo della Croce, ebbe all’età di circa vent’anni una forte esperienza di Dio, che egli chiamava “conversione”. Non sentì il desiderio di entrare in uno degli Ordini esistenti, ma piuttosto di “radunare compagni”. Trovò nella Passione di Cristo il motivo ispiratore intorno al quale unificare la sua vita e il suo apostolato, come pure la vita e l’apostolato dei compagni che lo seguirono. In occasione dei 150 anni della sua canonizzazione (1867), il Superiore Generale ha incoraggiato la famiglia passionista a riscoprire questa «straordinaria personalità e la sua spiritualità sulle profondità dell’amore di Dio che sgorga dalla passione di Cristo». Il presente studio offre dei profili che dal lato storico, teologico e spirituale aiutano a comprendere il fondatore della Congregazione dei Passionisti e il suo carisma.