+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

In statu viae. La fenomenologia religiosa in Edith Stein.

Anno di stampa: 2002
Tipo di copertina: plastificata lucida
Numero pagine: 212
Autore: Annalisa Margarino

ISBN edizione cartacea: 978-88-7229-1740


Da queste semplici parole di Edith Stein emerge il legame con le sue origini etniche e religiose che la condussero a morire nei campi di sterminio per il suo interiore senso di appartenenza al popolo ebraico e all'umanità intera. Per poter comprendere in che senso si possa parlare di fenomenologia religiosa all'interno del pensiero della Stein bisogna fare primariamente riferimento alla sua vicenda spirituale, ovvero alla sua conversione, che erroneamente viene spesso considerata dall'ebraismo al cristianesimo, ma che, in realtà, consiste in un passaggio dall'agnosticismo al cristianesimo. Il cristianesimo, infatti, per Edith Stein, non è un rifiuto dell'ebraismo, ma un recupero di questa religione, a cui, sebbene ad essa fosse stata educata, non aveva mai rivolto attenzione.

Prodotti correlati

«A morire per il nostro popolo». Edith Stein, martire da cristiana ebrea

RivisteAutore: Bruno Moriconi, ocd
Rivista di Vita Spirituale 72 (2018/2)
Riviste
4,00 €

Edith Stein e Gesù Cristo, Pane di vita

Anno di stampa: 2007
Tipo di copertina: plastificata lucida
Numero pagine: 247
Autore:AA.VV.
11,00 €10,50 €

Edith Stein e Giovanni Paolo II sulla differenza sessuale.
Complementarietà e arricchimento

RivisteRivista di Vita Spirituale 74 (2020/4)
Autore: Marc Timmermans
Riviste
4,00 €