+39 06 5812385 info@ocd.it Iscrizione alla newsletter
Login

Elisabetta della Trinità e Anastasio A. Ballestrero. Alla luce della Lettera per la canonizzazione di Elisabetta

Autore: Michela Rotondo
Rivista di Vita Spirituale: 70 (2016/3-4) luglio-dicembre


Si offre al lettore un breve confronto tra Elisabetta della Trinità e Anastasio A. Ballestrero seguendo un filo rosso che attraversa la loro storia, l’“inabitazione”, allo scopo di evidenziare un medesimo carisma e una stessa vocazione e famiglia di appartenenza: il Carmelo. Le somiglianze riscontrate e le conclusioni tratte, edificanti anche per chi è ancora alla ricerca di una casa, sono state possibili grazie a un’analisi delle due Lettere scritte dal Preposito Generale Anastasio A. Ballestrero e Saverio Cannistrà in occasione, rispettivamente, del cinquantesimo anniversario della morte e della canonizzazione di Elisabetta.